Il nostro sito utilizza i cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione.

Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie.

Bando di gara Tragara

Procedura Aperta

art.60 del D.Lgs. n.50 del 18/04/2016

con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa

(art.95 del D.Lgs. n.50/16 s.m.i.)

CIG 7309161E74   CUP B86J16001360002 

GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI INGEGNERIA E ACHITETTURA, RILIEVI, PROGETTO DEFINITIVO, PROGETTO ESECUTIVO, GEOLOGIA E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE INERENTI GLI INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA DEL VERSANTE ROCCIOSO CONTIGUO ALLA SP.562 IN LOC. “LA TRAGARA” DI PROPRIETA’ DEL COMUNE DI CENTOLA, UBICATO NEL COMUNE DI CELLE DI BULGHERIA (SA).

Chiarimenti e quesiti relativi al Bando:

Quesito n. 1 - Ci si riferisce all'art. 8 del DM del 17.06.2016 il quale afferma che per una stessa categoria, gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità inferiore, all'interno della stessa categoria d'opera: si richiede pertanto se, nell'ambito dei requisiti di progettazione per la partecipazione alle procedure aperte in oggetto, sia possibile utilizzare requisiti in categoria S.05 (strutture, strutture speciali, grado di complessità 1,05; ex catt. IXb e IXc L. 143/49) per soddisfare quanto richiesto per la cat. S.04 (strutture, opere infrastrutturali puntuali, grado di complessità 0,90; ex cat. IXb L. 143/49).

Risposta a quesito n. 1 - si comunica che viene fatto espresso riferimento all'art. 8 - Classificazione delle prestazioni professionali, del D.M. 17/06/2016, il quale stabilisce che "...gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità inferiore all'interno della stessa categoria d'opera".

 

Documentazione Relativa al Bando:

Chiarimenti e quesiti relativi al Bando


Quesito N°
Quesito  Risposta
N°1 Ci si riferisce all'art. 8 del DM del 17.06.2016 il quale afferma che per una stessa categoria, gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità inferiore, all'interno della stessa categoria d'opera: si richiede pertanto se, nell'ambito dei requisiti di progettazione per la partecipazione alle procedure aperte in oggetto, sia possibile utilizzare requisiti in categoria S.05 (strutture, strutture speciali, grado di complessità 1,05; ex catt. IXb e IXc L. 143/49) per soddisfare quanto richiesto per la cat. S.04 (strutture, opere infrastrutturali puntuali, grado di complessità 0,90; ex cat. IXb L. 143/49). si comunica che viene fatto espresso riferimento all'art. 8 - Classificazione delle prestazioni professionali, del D.M. 17/06/2016, il quale stabilisce che "...gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità inferiore all'interno della stessa categoria d'opera"..
N°2

Al capitolo 11 del Disciplinare, "Sopralluogo", al 4° capoverso viene riportato: "In caso di raggruppamento temporaneo ........, sia già costituiti che non ancora costituiti, ....... il sopralluogo può essere effettuato da un rappresentante legale / procuratore / direttore tecnico di uno degli operatori economici raggruppati, ......".
Domanda 1: il sopralluogo, in caso di raggruppamento temporaneo non costituito, può essere effettuato indipendentemente da uno degli operatori economici, sia esso mandatario o mandante?
Domanda 2: entro quale termine e con che modalità va fatta la richiesta di sopralluogo?


 

Risposta domanda 1:
Così come stabilito dal Disciplinare di gara, al Capitolo 11 – sopralluogo,
“In caso di raggruppamento temporaneo, GEIE, aggregazione di imprese di rete o consorzio ordinario, sia già costituiti che non ancora costituiti, in relazione al regime della solidarietà di cui all’art. 48, comma 5, del Codice, tra i diversi operatori economici, il sopralluogo può essere effettuato da un rappresentante legale/procuratore/direttore tecnico di uno degli operatori economici raggruppati, aggregati in rete o consorziati o da soggetto diverso, purché munito della delega di tutti detti operatori.”

Risposta domanda 2: Richiesta di sopralluogo.
La richiesta di sopralluogo non è contemplata nei documenti di gara, dove viene, però, indicato il termine per la presa visione della documentazione di gara, previo appuntamento telefonico al numero 0974-370725, entro 10 giorni dalla data del termine di gara.
Pertanto il sopralluogo può essere effettuato entro il termine di gara, fermo restando che l’attestato di sopralluogo deve essere presente obbligatoriamente nei documenti di gara, come previsto dal disciplinare.

 
N°3

Al capitolo 13 del Disciplinare, "Modalità di presentazione dei documenti di gara", al primo capoverso viene riportato: "Il plico ........ deve essere trasmesso esclusivamente a mezzo raccomandata del servizio postale o tramite corriere". Al terzo capoverso viene riportato "Il personale addetto rilascerà ricevuta nella quale sarà indicata data e ora di ricezione del plico".
Domanda: il plico può essere anche consegnato, all'indirizzo indicato, direttamente a mano dall'operatore economico?

 

l’art. 13 del disciplinare stabilisce che “Il plico contenente l’offerta, a pena di esclusione, deve essere idoneamente sigillato e trasmesso esclusivamente a mezzo raccomandata del servizio postale o tramite corriere”.
per quest’ultimo, il personale addetto rilascerà ricevuta nella quale sarà indicata data e ora di ricezione del plico.

 
N°4

Nell'Allegato 2 del Disciplinare, a pag. 4, nella dichiarazione "tracciabilità" viene riportato "ai sensi dell'art. ____ della L.R. _______ n. ______ ....."
Domanda: a quale Legge Regionale si fa riferimento?

 
Trattasi di refuso di stampa per cui la dicitura esatta è: “…che  ai sensi e  per gli effetti  di cui all’art. 3, primo comma,  della Legge 13/08/2010, n. 136 (Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia),  il numero di conto/i (bancario o postale) dedicato/i - anche in via non esclusiva – alle commesse pubbliche del quale si avvarranno  per tutte le movimentazioni finanziarie relative all’appalto è/sono  il/i seguente/i: 
N°5

Nell'Allegato 3 del Disciplinare, a pag. 2, viene riportato "nello svolgimento del servizio ...... OFFRONO un ribasso percentuale sul tempo complessivo posto a base di gara di 60 giorni pari a ______ ....."
Domanda: l'Offerta Temporale è riferita solo alla progettazione esecutiva o sul tempo complessivo di 150 giorni posto a base di gara nell'art. 6 del Bando?

Trattasi di refuso di stampa nell’allegato 3.
Sul punto deve farsi riferimento al capitolo 17 - CONTENUTO DELLA BUSTA C – OFFERTA ECONOMICA, lettera m), del disciplinare di gara che stabilisce: “Offerta temporale di riduzione percentuale (in cifre ed in lettere) sul termine di esecuzione dei servizi di cui all’art. 6 del Bando di gara”.
L’art. 6 - del bando di gara stabilisce: “6.1 – termini di esecuzione.
Le prestazioni dovranno essere eseguite nei termini di 150 giorni. L'incarico avrà decorrenza dalla data di stipula del contratto.

I 150 giorni si intendono come sommatoria di 90 giorni per la progettazione definitiva e 60 giorni per la progettazione esecutiva. Pertanto il ribasso da effettuare sul tempo di 150 giorni sarà automaticamente calcolato dalla Stazione Appaltante sul periodo di 90 giorni (progettazione definitiva) e sul periodo di 60 giorni (progettazione esecutiva)”.

N°6

Ci si riferisce al cap. 18 – “Criterio di aggiudicazione” del Disciplinare di Gara, in cui al punto A.2 dell’Offerta Tecnica è richiesta la redazione di una relazione tecnica…costituita al massimo di 20 cartelle A4…
- Si chiede se la copertina e l’indice dei contenuti siano compresi o meno nelle 20 cartelle a disposizione per la Relazione A.2;
- Si richiede inoltre, in merito al punto d 1) della stessa Relazione “ Elenco dei professionisti”, se i relativi curricula debbano essere contenuti nell’ambito delle indicazioni richieste in forma sintetica, quindi all’interno delle 20 pagine complessivamente a disposizione della relazione o se, in aggiunta, possano essere forniti sotto forma di allegato alla stessa, quindi non soggetto ai limiti di numerazione di pagine.

 

- Si precisa che la copertina e l’indice dei contenuti non sono compresi nelle venti cartelle in quanto le stesse contengono solo ed esclusivamente la relazione tecnica descrittiva.
- Si precisa che i curricula dei professionisti, unitamente all’elenco, non costituiscono le venti pagine richieste per la relazione.

 
N°7

PREMESSO CHE
-Le Linee Guida n. 1, di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Indirizzi generali sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria” prevedono per RTP , AL CAPOVERSO 2.2.3.1 che “Il bando di gara, la lettera di invito o l’avviso di gara possono prevedere, con opportuna motivazione, ai fini del computo complessivo dei requisiti del raggruppamento, che la mandataria debba possedere una percentuale minima degli stessi requisiti; la restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dal o dai mandanti, ai quali non possono essere richieste percentuali minime di possesso dei requisiti

- Dall’esame della documentazione di gara pubblicata si rileva che nel Modello 2.A viene riportato che ogni partecipante al Raggruppamento deve dichiarare : “ di essere in possesso – limitatamente alla propria quota di partecipazione al R.T.P. - di tutti i requisiti minimi di ordine speciale (di idoneità professionale, capacità tecnica e professionale, tecnico-organizzativi ed economico-finanziari) specificatamente previsti per la partecipazione alla procedura, esattamente come richiesto nei suddetti atti di gara e nella misura minima ivi indicata, nessuno escluso od eccettuato.”

Nel Disciplinare di Gara – vi è il riferimento all’utilizzo facoltativo dei Modelli di gara.

Si chiede di chiarire la apparente contraddizione tra quanto richiesto nell’ Allegato 2.A di gara e le previsioni delle Linee Guida n. 1, di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50.

L’allegato 2.A di gara e le previsioni delle linee guida n. 1 di attuazione del D.lgs n. 50/2016, anche se apparentemente si contraddicono indicano comunque la stessa condizione di partecipazione.
Pertanto, l’operatore economico può uniformarsi a quanto indicato dalle linee guida n. 1 di attuazione del D.lgs n. 50/2016.

N°8 Si chiede di  chiarire quanto riportato sul disciplinare di gara in merito ai contenuti della busta tecnica. In particolare, nella descrizione dei criteri (cfr. paragrafo 18 del disciplinare di gara) e del materiale da produrre si fa riferimento sia per il punto a.1 che a.2 ad un CD da allegare all'offerta. Si chiede di chiarire se il CD è da considerarsi unico e se il contenuto debba essere quanto strettamente prodotto per l'offerta tecnica Il CD è da considerarsi unico, sia per quanto riguarda la descrizione dei criteri e del materiale da produrre.